Bibbona ,anno 2004

 

 

Quando ero una giovanissima signora, insegnante, moglie di un ingegnere, amante dei bei vestiti e cene con gli amici, mai, avrei pensato di diventare una contadina, anche se oggi si chiama imprenditrice agricola.

Tutto iniziò nel 1988, quando passeggiando per la campagna di Bibbona, mio marito ed io, abbiamo visto un terreno completamente incolto e pieno di rovi, ma in una posizione bellissima: affacciato sul mare e circondato dalla macchia della Magona e dai paesi medioevali delle colline.

Un colpo di fulmine !!! ed abbiamo acquistato un piccolo lotto di terreno, in seguito un altro fino ad avere una piccola azienda di Ha 6. Molto lavoro, molti sacrifici, molte rinunce, ma oggi pur non avendo mai un minuto libero, sono soddisfatta di quello che ho creato anche con l’aiuto della mia famiglia.

Quasi 800 olivi si “coccolano” al sole nella loro piccola vallata davanti al mare , curati con metodi antichi nel rispetto della natura, regalano un olio di raffinata bontà.

Nella mia azienda tutto viene seminato e raccolto ricordando gli insegnamenti dei vecchi che

……andavano con la luna….. .! seguendo quindi il ritmo della natura.

In questi anni è nato anche un piccolo agriturismo composto da tre appartamenti indipendenti in un unico casolare in pietra , “ Levante, Libeccio e Tramontana”. Gli stessi sono arredati con mobili di antiquariato e con colori che trasmettono l’energia di ogni vento che da’ loro il nome.

L’azienda ha anche una piccola porzione di macchia mediterranea dove ormai si sono definitivamente accasati, caprioli, istrici, cinghiali, fagiani, lepri . Molti uccelli che da tanti anni non nidificavano più in questa zona, come la rondine, l’ùpupa, la civetta, il falco oggi ci rallegrano con i loro voli e i loro canti. Le api come al solito lavorano svolazzando da un fiore all’altro per regalarci un gustosissimo miele.

Devo dire che il lavoro per me è tanto, ma sono ripagata dalla tranquillità e dalla pace che regnano in questo mio piccolissimo angolo di Toscana.